AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

domenica 12 maggio 2013

Book Blogger Hunt: ventitreesima tappa

Buongiorno a tutti miei lettori e buona domenica.
La catena di interviste per l'iniziativa Book Blogger Hunt è arrivata oggi sul mio blog. Ho avuto modo di intervistare Ale e Ari, le ragazze del blog Cercatori di Libri.
Nella tappa precedente a questa, invece, potrete trovare l'intervista che è stata fatta a me da Alice del blog Stargazer's Tides, QUI il link per leggerla.
La BBH è un'iniziativa organizzata da Bliss del blog Libri per Passione in collaborazione coi blog Reading is Believing e Sweety Readers.
Ognuno di questi tre blog ha dato inizio ad un percorso differente, io faccio parte di quello di Bliss (QUI trovate l'inizio della catena di interviste).
Prima di iniziare vi ricordo alcune cose riguardo questa iniziativa:

- La Book Blogger Hunt inizia l'1 Maggio, e finirà il 15 Maggio;
- Alla fine del percorso seguirà un post con il form per partecipare al mega giveaway;
- Verranno pubblicate 2 interviste al giorno per 14 giorni, e in ogni post è nascosto un numero, il numero preferito del blogger;
- Per partecipare al mega-giveaway di questo percorso, dovrete stare attenti e annotare tutti i numeri, che alla fine comporranno un codice che vi permetterà di iscrivervi al form.

Potete guadagnare punti extra in questo modo:
- Seguite e commentate questo e gli altri post della catena (+3 punti per commento);
- Aggiungete il banner dell'iniziativa al vostro blog (+ 4 punti);
- Condividete il post d'introduzione e i vari post su facebook o twitter, segnalando i link nel vostro commento (+4 punti per condivisione)

Importante:
- E' importante commentare anche per confermare l'effettiva partecipazione all'iniziativa;
- In questa pagina troverete i link delle varie interviste, così da non confondervi o perderne qualcuna.


Ora possiamo iniziare!
Non dimenticate di segnarvi il mio numero preferito, mi raccomando!
Come vi dicevo prima, la mia intervista è rivolta ad Ale e Ari del blog Cercatori di libri.


1. Ciao Ari e Ale, benvenute nel mio blog. Classica domanda per partire, potreste dirci qualcosa di voi?
Ciao Elisa! Abbiamo sedici anni, siamo nate a pochi giorni di distanza, Ale è del Cancro, Ari dei Gemelli, abbiamo una gran voglia di viaggiare, siamo due opposti ma non litighiamo quasi mai e ovviamente amiamo leggere!

2. Qual'è stata la ragione che vi ha portato ad aprire un blog condiviso? 
Ci conosciamo ormai da cinque anni, ma la vera passione per la lettura è scoppiata in contemporanea circa tre anni fa, quando abbiamo partecipato ad un campionato di lettura scolastico. Da allora parliamo di libri ogni giorno, ad ogni ora, ma volevamo raggiungere ancora più lettori quindi abbiamo deciso di fondare Cercatori di Libri, un misto di passione, libri e amicizia.

3. Dalla vostra mini-descrizione vedo che il genere che prediligete è il fantasy e lo young-adult. Qual'è il vostro rapporto con gli altri generi letterari? Per esempio con i classici intramontabili senza tempo.
Sì, questi sono i generi che preferiamo ma spesso, trovandoci insoddisfatte, cerchiamo qualcosa di diverso quindi ci dedichiamo all'horror, ai thriller, ai grandi classici e i romance. Non facciamo distinzioni, basta che sia un buon libro!

4. Se doveste consigliare ai nostri lettori che ci seguono 7 libri che andrebbero letti sicuramente, quali scegliereste?
Abbiamo deciso di fare una lista condivisa e scelto:
Cercando Alaska di John Green, Hunger Games di Suzanne Collins, Unwind di Neal Shusterman, Harry Potter di J. K. Roling, Divergent di Veronica Roth, Il Labirinto di James Dashner e Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen!

5. Credo che ognuno abbia un posto preferito in cui immergersi nella lettura. Il vostro qual'è? E perchè lo prediligete?
ALE: Mi piace leggere in ogni posto: sul divano, al tavolo, a volte anche in piedi, ma il mio vero angolo di paradiso è il letto: la sera tardi, quando tutti dormono e c'è silenzio, riesco ad immergermi completamente nella lettura, tutto sparisce ed è come se io fossi veramente all'interno del libro.
ARI: Il posto in cui preferisco leggere è il divano che c’è nel mio soggiorno, è comodo e si trova vicino alla finestra, quindi c’è tanta luce.

6. Quanti libri riuscite a leggere in un mese?
ALE: Cerco di leggere il più possibile, in ogni momento vuoto della giornata è facile trovarmi con il viso sprofondato in un libro. Di solito ne leggo una decina/quindicina al mese, dipende dalle letture, se sono appassionanti o meno.
ARI: Dipende da mese a mese: in alcuni ho talmente tanti impegni che non riesco a leggere molto, invece in altri non faccio praticamente altro.

7. Un libro che avete amato di più di altri e perchè
ALE: Ho amato (ed amo) alla follia Cercando Alaska di John Green. Non smetterò mai di dirlo: quel libro è illuminante. O almeno così è stato per me. Ho trovato una trama interessante, dei personaggi estremamente realistici e uno stile perfetto. Cercando Alaska nella sua completezza mi ha conquistata. Ho riso, veramente tanto, ho pianto, forse troppo, ma con questo libro non si può fare altro: assistere, impotenti, alla vita del classico bravo ragazzo, sconvolta dal passaggio di un uragano, Alaska. E a tutti i danni, e tutte le ferite, alla rinascita e alla crescita da cui essi derivano.
ARI: Hunger Games, è un libro scritto davvero bene, la storia è molto coinvolgente.

8. E quello che vi è piaciuto di meno
ALE: Al momento direi Uno splendido disastro di Jamie McGuire; se ne è parlato tanto e l'inizio era abbastanza promettente ma alla fine mi ha deluso.
ARI: Twilight di Stephanie Meyer

9. Un libro che vi ha entusiasmato a tal punto da farvi piangere
ALE: Ce ne sarebbero un bel po' ma The sky is everywhere di Jandy Nelson è quello più commovente che io abbia mai letto.
ARI: Harry Potter e i Doni della Morte, gli addii sono sempre struggenti...

10. Se aveste la possibilità di incontrare degli autori, chi vorreste che siamo? Me ne elencate 7?
ALE: Ovviamente John Green! Poi Cassandra Clare, J.K. Rowiling, Neal Shusterman, Jandy Nelson, Stephen King e Suzanne Collins. Alcuni di loro mi devono delle spiegazioni riguardo a morti inutili e strazianti (Fred, Finnick!), altri invece vorrei solo abbracciarli e ringraziarli.
ARI: Vorrei incontrare James Dashner, Jane Austen, Veronica Roth, Suzanne Collins, Miki Monticelli, Arthur Conan Doyle e

11. Tra i vostri autori preferiti - se ne avete - ce n'è qualcuno che ha scritto un libro che non vi è piaciuto?
ALE: Quando un autore entra fra i miei preferiti, cerco e leggo tutte le sue opere. Per il momento i miei preferiti non mi hanno mai deluso. speriamo continuino così!
ARI: No, i miei autori preferiti non mi hanno mai delusa.

12. Sempre dal vostro blog vedo che siete sommerse dalle tessere di librerie e biblioteche. Preferite comprarli i libri oppure prenderli in prestito da una biblioteca?
ALE: Io preferisco avere i miei libri: posso prenderli e rileggerli quando voglio, senza passare interminabili giorni aspettando un volume già in prestito; posso sottolinearli, annusarli senza rischiare di morire soffocata dalla polvere. La biblioteca è comunque un luogo che mi affascina molto: essere circondati da libri è una sensazione bellissima, che a casa, per quanti libri possegga, non proverò mai.
ARI: Dipende dai libri e dagli autori, se sono sicura che mi piaccia lo compro direttamente in libreria, altrimenti lo prendo in biblioteca.

13. Il vostro rapporto con "il prestare un libro ad una persona": siete gelose dei vostri libri oppure li prestate volentieri ad altri?
ALE: Ecco, questo è veramente un tasto delicato... Tempo fa non avevo problemi a prestare un mio libro: mi bastava che tornasse integro, senza macchie di sugo o capelli tra le pagine. Un giorno però ho prestato uno dei miei libri preferiti ad un amico con il vizio di mangiarsi le unghie. Il suddetto libro mi è tornato indietro con delle macchie di sangue. Proprio sangue. Dopo il raccapriccio, il disgusto e la rabbiosa scenata all' "amico" ho imparato a selezionare accuratamente coloro a cui presto i miei libri. Guardo soprattutto le unghie, ovviamente.
ARI: Presto volentieri i miei libri, a patto che tornino indietro esattamente come prima.

14. La classica domanda che di questi tempi va per la maggiore: ebook o cartaceo?
ALE: Rimango fedele al cartaceo ma non disdegno gli e-book. Costano di meno e il mio Kindle contiene già 72 libri, che in casa non entrerebbero mai. A meno che vendessi il divano...
ARI: Decisamente cartaceo.

15. I 7 libri che avete nella vostra lista "to be read" a cui vorreste dare la precedenza rispetto ad altri
ALE: Prendono polvere sul comodino Crossed di Ally Condie, Un giorno sarai libero di Jorge Molis, Shades di Maureen Johnson, Voglio vivere prima di morire di Jenny Downha, Un gelido inverno di Daniel Woodrell, Buona Apocalisse a tutti di Neil Gaiman e Il lato positivo di Matthew Quick.
ARI: Colpa delle stelle di John Green, Wintergirls di Laurie Halse Anderson, Numbers di Rachel Ward, Città di ossa di Cassandra Clare, Ragione e Sentimento di Jane Austen, Le pagine della nostra vita di Nicholas Sparks.

16. Leggete libri anche in lingua inglese oppure solo in italiano? Se si, qual'è stato il primo libro con cui vi siate cimentate?
ALE: Leggo sempre in italiano, ma amo la lingua inglese e spesso compro novelle di 50-60 pagine in lingua originale. La prima che ho letto è stata Free Four di Veronica Roth, che narrava una scena di Divergent dal punto di vista di Tobias. Poi sono venute tutte le altre...
ARI: Purtroppo non capisco molto l’inglese e perciò leggo solo in italiano. Adesso però mi sto impegnando per migliorare e quindi sto leggendo Harry Potter e la Pietra Filosofale in lingua originale.

17. Ultima domanda: avete un bacchetta magica, quale personaggio tirereste fuori dal suo libro per conoscerlo davvero?
ALE: Questa è difficile... Vorrei assolutamente conoscere Augustus Waters di Colpa delle stelle di John Green (inizio a diventare ripetitiva?). L'ho adorato fin da subito: intelligente, atletico e super ironico, il mio Gus è un personaggio perfetto che vorrei fosse veramente reale.
ARI: Milla de La Scacchiera Nera di Miki Monticelli. Dev'essere una ragazza allegra e simpatica, mi piacerebbe averla come amica.


Avete capito qual'era il mio numero preferito? Ve lo siete segnato? Benissimo :)
Ora vi rimando al blog Cercatori di libri per la prossima tappa di Book Blogger Hunt.
A presto!

8 commenti:

  1. Anche io leggo appena ho un momento libero e più di una volta mia mamma mi ha detto: "Ma che fai dentro casa? Vai fuori che c'è una bella giornata!". Così prendevo uno sdraio e mi mettevo a leggere all'aperto! Tecnicamente ero fuori casa, non poteva lamentarsi :P
    La biblioteca, altro tasto dolente... Quando ero più piccola andavo sempre in biblioteca a prendere i libri anche se, sotto sotto, ho sempre voluto averli tutti per me così da poterli rileggere a mio piacimento. Ora che sono più indipendente mi concedo qualche spesuccia in libreria in più ma non disdegno la biblioteca! XD

    RispondiElimina
  2. Ciao Elisa, ho conosciuto il tuo blog grazie a questa iniziativa e mi sono aggiunta come nuova follower!^^ mi dispiace solo essere arrivata in ritardo, perchè avrei partecipato stra volentieri al Reading Group che hai organizzato su Gabriel's Inferno! :( peccato, spero che in futuro ne organizzerai delle altre!:D
    Comunque anch'io preferisco comprare i libri piuttosto che prenderli in prestino in biblioteca. Di solito prendevo in prestito soltanto i libri di lettura che venivano richiesti dalle insegnanti a scuola, perchè tanto sapevo che si sarebbero rivelate delle letture noiose! :D

    RispondiElimina
  3. Un libro che ho amato più di altri è "Sono nel tuo sogno" di Isabel Abedi. È probabilmente l'unico (per ora) al quale darei sei stelle su cinque. Sì, perché secondo me cinque stelle non bastano. E sicuramente non bastano nemmeno le parole per descriverlo. È una storia DIVERSA da tutte le altre, romantica, ma allo stesso tempo la più STRUGGENTE che io abbia mai letto. Se non avete ancora questo romanzo nella vostra libreria, cercate un modo per procurarvelo.

    RispondiElimina
  4. Splendida intervista! Ale e Ari sono simpaticissime! Come non fare almeno una visitina?

    RispondiElimina
  5. Bellissima intervista. Ale e Ari sono molto simpatiche e devo dire che molti libri che piaciono a loro piaciono anche a me, e sembre bello trovare altre persone che amano gli stessi libri.

    RispondiElimina
  6. ...e anche in questa intervista ritorna il nome di John Green...devo leggerlo assolutamente...
    Uff, ma mi avete anche spoilerato una morte in Hunger Games di cui devo leggere il secondo... :(
    Bella intervista comunque! :)

    RispondiElimina
  7. Fino a un paio di anni fa prestavo volentieri i libri ad amici ma quando poi hanno iniziato a non tornarmi indietro (nonostante li stressassi continuamente per restituirmeli rasentando lo stalkeraggio!!!) ho smesso, o per lo meno se li presto li consegno solo nelle mani di persone di cui mi fido ciecamente e ovviamente solo dopo avergli fatto una bella lavata di capo in anticipo! Se ci ripenso mi brucia ancora per quei 3 libri persi, grr..

    RispondiElimina
  8. Ecco un bel blog che ancora nn conoscevo e che grazie alla BBH da oggi seguirò. Bella intervista ^^

    RispondiElimina