sabato 29 novembre 2014

Unterwegs special: Caro Babbo Natale, quest'anno per Natale vorrei...


Caro Babbo Natale,

se un anno fa mi avessero detto che oggi sarei dove mi trovo ora, forse - quasi molto probabilmente - non ci avrei creduto.
Ed invece la strada che ho fatto è stata molta e difficile, ma mi ha fatto crescere e mi ha anche regalato con mio grande piacere molte soddisfazioni.

Partire da zero, in una terra straniera, definita rigida e rigorosa, con soltanto una conoscenza di base della lingua, è stato davvero difficile.
Ricordo vivamente il primo giorno in cui misi piede nell'azienda dove oggi (modestamente) tanti mi amano XD a tutt'ora lavoro: tutti mi guardavano e si chiedevano chi ero; molti dei tanti non sapevano neppure per quale motivo ero lì; neppure il mio tutor lo sapeva, e di punto in bianco ha dovuto, per voleri dall'alto, badare a me. L'inizio, quindi, per me non è stato facile. Ma pian piano mi son fatta valere e alla fine son stata premiata. Ora posso vantare un ambiente lavorativo sano e accogliente, dove chi fa e si impegna (o anche solo se ci prova) è ricambiato anche moralmente.
Ich bin sehr zufrieden mit dir!
Ich mag dich, du bist gut!
Sono queste le frasi che in questa settimana mi hanno fatta sentire il cuore caldo, e - giuro - mi son sentita lievitare di minimo 5 chili (o forse erano le torte che ho mangiato? XD).
Ad ogni modo, questo è un paese che paga. Niente ti è regalato. Se vuoi qualcosa devi impegnarti per averla: io mi sto impegnando per il mio futuro.

Questo Natale, il primo che passerò a casa mia sotto forma di "ferie", non voglio nulla per me: ho già ricevuto tanto in questo 2014: ho intrapreso un cammino che (viva le ripetizioni!) mi ha fatta volare alto e mi ha regalato soddisfazioni. Quello che vorrei, lo vorrei per i miei cari, per tutte le persone che mi hanno aiutata ad arrivare dove sono. Nulla di materiale o di costoso, soltanto felicità, tranquillità e un pò di giustizia (nel qual caso serva).
Perchè le persone buone che hanno più diritto di essere felici sono quelle che ti danno tanto, che si rallegrano vedendo che finalmente hai trovato il giusto posto nel mondo e che si accontentano in cambio anche solo di un grazie.

Il mio grazie in questo caso va:
  • ai miei colleghi M, J, B, R, P, V, S che in questi ultimi mesi mi hanno sillabato tutte le parole tedesche che non conoscevo e che mi hanno fatta sorridere regalandomi "Mittagspausen" che neppure al circo son così divertenti *mampf*
  • al "big boss" che mi ha dato l'opportunità di entrare nel Team
  • ai miei Ansprechpartner grazie ai quali ho messo piede in Germania e che per qualsiasi cosa sono a disposizione
  • al mio amico A che mi chiama "crucca"
  • alla mia amica M che mi ha lasciato andare - a suo discapito - perchè intraprendessi questa strada
  • al mio ragazzo che, nonostante sia distante, mi sostiene e mi ama sempre
  • ai miei genitori, i più importanti e i primi ad essere felici per me nonostante non mi abbiano più in giro per casa
Un grazie a tutte queste persone.
So che un grazie non è molto a confronto; è per questo quindi che chiedo per loro un Natale ricco di felicità, perchè se lo meritano.

Firmato: Elisa

3 commenti:

  1. Che belle parole Elisa, è bellissimo sentirsi così piene di soddisfazione da non desiderare nient'altro per sé! Complimenti!!

    RispondiElimina
  2. Una delle più belle lettere a Babbo Natale che abbia mai letto. Spero che esaudisca il tuo desiderio perchè te lo meriti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie *__* in questo periodo mi sento molto positiva e amorevole!! :3

      Elimina