venerdì 28 febbraio 2014

Anteprima: "Doppio stradivari" di Antonella Iuliano

Questo post arriva a sorpresa, come del resto l'annuncio della prossima pubblicazione di questo libro.
Conoscendo l'autrice, Antonella Iuliano (chi di voi ci segue sa già che insieme a lei ho instaurato un bel rapporto di amicizia oltre che una rubrica su questo blog dal nome "Un tè con l'autrice" - per vere estimatrici di teas quali noi siamo!) sapevo che prossimamente avrebbe pubblicato un racconto breve, ma tutto era avvolto da un alone di mistero. Nulla si sapeva della trama, di cosa in questo libro si raccontava. Bene, finalmente l'attesa è terminata e il mistero svelato! Oggi infatti sono qui a presentarvi il libro in questione dal titolo di "Doppio stradivari".

Titolo: Doppio stradivari
Autore: Antonella Iuliano
Casa editrice: Libro aperto international publishing
Pagine: 146
Prezzo: 12,00€
Data di uscita: marzo 2014



Sinossi«Trova il violino nero e portamelo. Lascia che lo veda un’ultima volta.»
Il doppio Stradivari suona e le sue note conducono le fila di una storia incredibile.
Larissa è imprigionata nella torre del castello da due anni per un reato che non ha commesso. Lena Reiter, la cameriera di corte e addetta ai pasti della prigioniera, imparerà presto a conoscerla e sarà proprio Larissa a raccontarle tutta la verità sulla sua storia e quella della sua famiglia.
Larissa troverà in Lena un importante conforto, in una piccola orchestra dal suono di un doppio Stradivari che porterà alla luce passato, segreti, passioni e verità
.


Il vostro verdetto qual'è?

Miss Cover #7

Buongiorno lettori! La settimana volge al termine - finalmente! Voi cosa farete in questi giorni? Avete in programma di leggere qualche bel libro? Io sto terminando la lettura di "Scritto nel vento" di Beatriz Williams, libro molto carino. A me questa autrice è piaciuta sin dall'inizio quando lessi "Le parole del nostro destino"... penso proprio che continuerò a seguire i suoi lavori. Li consiglio a tutti.
Poi, visto che il fine settimana è lungo (non abbastanza purtroppo) andrò a vedere anche Snowpiercer al cinema: voglio proprio vedere come hanno conciato Tilda Swinton in questo film >.<
Comunque, veniamo al dunque di questo post. Oggi, come ultimo giorno di febbraio, vi mostrerò le ultime due copertine del mese per il "concorso" Miss Cover (se volete sapere quali sono state le scelte precedenti andate a questo link). Dunque:
Mistwalker ha un non so che di "La luce sugli oceani" di M.L. Stedman, per il faro e la ragazza coi capelli al vento, ma io l'ho scelta principalmente per i colori e il gioco di luce sugli spruzzi delle onde. Scintillate invece assomiglia a "The coldest girl in Coldtown" di Holly Black se non fosse per la chiave; ad ogni modo a me piace per il blu-azzurro dello sfondo e per la trama, sempre dello sfondo.
Se volete saperne di più riguardo a questi due libri cliccate sulle copertine e verrete reindirizzati alla relativa scheda su Goodreads.
Voi quale copertina scegliereste per questo ultimo appuntamento di febbraio? Qual è quella che vi piace di più? Se dovessi scegliere, io opterei per la seconda. E voi? Votate, votate, votate!!
Ad inizio della prossima settimana avrete un post riassuntivo con le copertine votate ogni settimana di questo mese: tra le preferite dovrete sceglierne una soltanto.

mercoledì 26 febbraio 2014

Anteprima: "All'improvviso la felicità" di J.C Sullivan

Buongiorno lettori! Come procede la vostra settimana? Qui da me abbastanza bene, c'è un fastidioso magnifico sole che accompagna questi ultimi giorni d'inverno (purtroppo). Oggi mi sono cimentata in cucina: ho preparato una Victoria Sponge per il compleanno di mio papà (a dire la verità la scelta di questa ricetta è stata più pro me stessa che pro papà XD sono la prima che vuole assaggiare questa delizia). L'ha ricetta l'ho trovata nel libro "Tea time" di Csaba dalla Zorza regalatomi dal mio ragazzo (chissà perchè me l'ha regalato? forse ha intuito che sono amante dei teas!).
Comunque, oggi - oltre a questo sproloquio generale - voglio presentarvi un libro che uscirà domani nelle librerie con la casa editrice Garzanti. Lasciatemi dire che appena ho visto la copertina me ne sono subito innamorata.

Titolo: All'improvviso la felicità
Titolo originale: The engagements
Autore: J. Courtney Sullivan
Casa editrice: Garzanti
Pagine: 504
Prezzo: 16.40€
Data di uscita: 27 febbraio 2014

SinossiPhiladelphia, 1947. È quell’ora della notte che precede l’alba, quando il silenzio avvolge le strade in una nebbia rosata. Mary Frances Gerety, giovane copywriter di una delle più note agenzie pubblicitarie americane, non dorme da ore. Intorno a lei tazze di caffè, fogli appallottolati e pile di riviste. Manca poco alla consegna dello slogan per il loro cliente più importante, De Beers, il produttore di diamanti, e ancora non ha trovato niente che la soddisfi. Improvvisamente una frase le balena in testa, come un raggio di luce: “Un diamante è per sempre”. Perché c’è solo un anello fatto per dare la felicità più assoluta, quella che dura per tutta la vita. E quell’anello è fatto di diamanti. Lo sa bene Evelyn che ricorda ancora ancora il giorno, quarant’anni prima, in cui suo marito le ha messo quel gioiello da sogno al dito. Un anello che per lei significa tutto: amore, fiducia, passione. E proprio per questo ha deciso di regalarlo a Julie, la moglie di suo figlio, Teddy, che adesso però sembra intenzionato a fuggire con un’altra donna. Per James invece, un paramedico sempre squattrinato, quell’anello sta diventando un incubo. I massacranti turni di notte, la vendita della macchina, niente sembra bastare per l’acquisto della prova d’amore per la sua Sheila. La prova d’amore di Delphine è stata lasciare Parigi, la città delle luci, per seguire un’unica luce, quella della passione per P.J. Adesso, a New York, sotto un freddo cielo stellato, osserva il suo anello luccicante e non è più tanto sicura di aver fatto la scelta giusta...
Un solo anello, quattro vite legate dalla frase che Mary Frances Gerety ha creato in quella mattina. Un simbolo, la speranza dell’amore eterno, il gioiello più desiderato da tutte le donne del mondo. Un gioiello che invece Mary Frances potrebbe non ricevere mai...


All’improvviso la felicità, bestseller per mesi nella classifica del New York Times, è un successo internazionale venduto in 30 paesi. Anche il cinema si è accorto della potenza di questo libro che presto diventerà un film prodotto dalla Fox, con l’attrice Reese Witherspoon.

lunedì 24 febbraio 2014

Un tè con l'autrice #5: "Il gusto proibito dello zenzero" di Jamie Ford

Buongiorno a tutti miei carissimi lettori, e buon inizio di settimana! Qui da me splende un sole accecante (tra un po' mi verrà una congiuntivite -_-) ma le temperature rasentano lo zero: strano, dal momento che tra meno di un mese - in teoria - sarà primavera. Mah, capire il tempo, di questi tempi, si spreca solo tempo.
Comunque oggi, anche se un po' in ritardo sulla tabella di marcia, vi posto un nuovo appuntamento con "Un tè con l'autrice", la rubrica mensile in collaborazione con Antonella Iuliano.
In verità questo avrei dovuto pubblicarlo a gennaio, ma per problemi di tempo non sono riuscita a leggere in tempo il libro quindi il tutto è slittato di un mese.
Il libro in questione era "Il gusto proibito dello zenzero" di Jamie Ford, voi l'avete letto?

Titolo: Il gusto proibito dello zenzero
Titolo originale: Hotel on the Corner of Bitter and Sweet
Autore: Jamie Ford
Casa editrice: Garzanti
Pagine: 378
Prezzo: 18,60€

SinossiSeattle. Nella cantina dell'hotel Panama il tempo pare essersi fermato: sono passati quarant'anni, ma tutto è rimasto come allora. Nonostante sia coperto di polvere, l'ombrellino di bambù brilla ancora, rosso e bianco, con il disegno di un pesce arancione. A Henry Lee basta vederlo aperto per ritrovarsi di nuovo nei primi anni Quaranta. L'America è in guerra ed è attraversata da un razzismo strisciante. Henry, giovane cinese, è solo un ragazzino ma conosce già da tempo l'odio e la violenza. Essere picchiato e insultato a scuola è la regola ormai, a parte quei pochi momenti fortunati in cui semplicemente viene ignorato. Ma un giorno Henry incontra due occhi simili ai suoi: lei è Keiko, capelli neri e frangetta sbarazzina, l'aria timida e smarrita. È giapponese e come lui ha conosciuto il peso di avere una pelle diversa. All'inizio la loro è una tenera amicizia, fatta di passeggiate nel parco, fughe da scuola, serate ad ascoltare jazz nei locali dove di nascosto si beve lo zenzero giamaicano. Ma, giorno dopo giorno, si trasforma in qualcosa di molto più profondo. Un amore innocente e spensierato. Un amore impossibile. Perché l'ordine del governo è chiaro: tutti i giapponesi dovranno essere internati e a Henry, come alle comunità cinesi e, del resto, a tutti gli americani, è assolutamente vietato avere rapporti con loro. Eppure i due ragazzini sono disposti a tutto, anche a sfidare i pregiudizi e le dure leggi del conflitto. E, adesso, quarant'anni dopo, quell'ombrellino custodisce ancora una promessa. La promessa che la Storia restituisca loro la felicità che si meritano. Un romanzo d'esordio che ha sorpreso e incantato, rivelandosi un fenomeno editoriale unico. Uscito in sordina negli Stati Uniti, ben presto ha scalato le classifiche di tutto il paese e ha venduto migliaia di copie solo grazie al passaparola dei lettori. Ambientato durante uno delle epoche più buie e dolorose degli Stati Uniti,Il gusto proibito dello zenzero è una storia indimenticabile e commovente di speranza e determinazione, di abbandono e di rimpianti, di lealtà e coraggio che esplora la forza eterna e immutabile dell'amore.


La mia recensione
★★★
Questo libro mi ha lasciato l'amaro in bocca, non perchè ciò che è scritto all'interno non mi sia piaciuto - anzi, è di tutto rilievo e mi ha fatto scoprire una parte di storia che ahimè non conoscevo - ma perchè non mi ha trasmesso emozioni che a quanto pare però ha suscitato alla maggior parte dei lettori che l'hanno letto.

La narrazione parte bene, anche abbastanza veloce e coinvolgente, ma è a circa un terzo di libro che perdo interesse: da quando Henry e Keiko si incontrano per la prima volta a scuola mi sembra che le vicende siano un po' ripetitive, oltre che numerose.

martedì 18 febbraio 2014

Miss Cover #4 + #5 + #6

Buongiorno a tutti miei cari lettori!
Forse avrete notato che in queste ultime settimane (da inizio febbraio per l'esattezza) non sono stata molto presente sul blog: ho pubblicato soltanto post strettamente necessari - tipo una tappa del blogtour di Rebirth (se ve lo siete perso trovate tutto qui) - e per i quali avevo già preso un impegno.
In questo frangente di tempo sono stata a Friburgo in Brisgovia: città splendida, vivibilissima, dove tutto è a portata di mano (compresi i multisala che proiettano gli spettacoli del MET di New York *FANGIRLING* e le concert-house *altro fangirling*).
Ho trovato un negozio di teas (dove costavano un botto ma che per fortuna era chiuso e non ho potuto mandarmi da sola in bancarotta XD sapete, in Germania i negozi la domenica sono chiusi, TUTTI chiusi!), una enoteca dove si vendevano anche libri gialli (un posto carinissimo, molto accogliente e vintage!).
Ma oltre a questo, c'è un motivo ben più serio ed importante per questa mia assenza e spero di potervene parlare molto presto! E' una cosa bella, che cambierà di non poco il mio futuro e - forse - avrà anche ripercussioni su questo piccolo e modesto blog. Stay tuned per maggiori informazioni! ;)
Comunque, ritornando a noi, data la mia latitanza da inizio febbraio, sono rimaste in sospeso alcune puntate di Miss Cover, che ora vi posterò tutte in un unica soluzione.
In tutto sono tre, compresa quella di questa settimana. Voi dovrete votare per ogni coppia la vostra preferita. Ma andiamo con ordine:
MISS COVER #4

venerdì 14 febbraio 2014

Blogtour "Rebirth": quarta tappa

Buongiorno lettori (di nuovo!) e Buon San Valentino (di nuovo!).
Come vi avevo anticipato qualche tempo fa sulla pagina facebook del blog, oggi è il giorno - il mio turno - per una nuova tappa del blogtour di Rebirth, il nuovo libro di Matteo Zapparelli di cui vi feci già un'anteprima qui.
In questa tappa vedremo assieme i luoghi del romanzo, dove si svolgono le scene e cosa rappresentano.

San Valentino: un piccolo regalo per voi!

Bungiorno a tutti miei cari lettori, e buon San Valentino!
Come passerete questa giornata? Tra cioccolatini, dolcetti o delizie varie, oppure con un buon libro in mano? Magari con a fianco una persona speciale?
In questo giorno all'insegna dei cuoricini, ho per voi una lettera un pò particolare. Continuate a leggere per sapere di cosa si tratta:

giovedì 6 febbraio 2014

Books on screen #7 Recensione di "Austenland"

Quale fan di Jane Austen e del periodo regency non potevo certo perdermi questo film, ed ecco a voi quindi la mia recensione in merito.

AUSTENLAND
★★★

Regia
Jerusha Hess

CastKeri Russell, JJ Feild, Jennifer Coolidge, Bret McKenzie, Georgia King, James Callis, Jane Seymour


Jane Hayes è una normalissima ragazza newyorkese che con il tempo ha sviluppato un'attenzione quasi morbosa nei confronti del personaggio di Mr Darcy, il protagonista di "Orgoglio e pregiudizio" di Jane Austen, tanto da immaginare che l'uomo con il quale passerà il resto della vita dovrà essere una sua copia perfetta. Il suo sogno sembra avverarsi quando ha la possibilità di fare un viaggio in un residence inglese, dove tutto è in pieno stile Regency, compresi i giardinieri e i gentiluomini, e si vive come nel romanzo della Austen. Purtroppo, a causa dei pochi soldi che ha a disposizione, a lei sono sempre riservati ruoli minori ma, catturando l'attenzione di un giovane cameriere, riuscirà a vivere l'avventura più romantica della sua vita.



La mia recensione
Avevo tante aspettative circa questo film. Tanto è stato il tempo che aspettavo di vederlo, e quando ne ho avuto l'occasione mi sono inesorabilmente cadute le braccia.
Senza tanti giri di parole posso definire questa pellicola come la solita commediola romantica; gli ingredienti ci sono tutti, dal primo all'ultimo. Quello che la rende un pò "diversa" dalle altre è l'aver basato il tutto sul più famoso romanzo di Jane Austen, "Orgoglio e pregiudizio".

Jane Heyes, come da trama, è una ragazza normale come tante altre, con in più soltanto quella passione (morbosa direi) per l'epoca regency che la rende in qualche modo "speciale".
Ossessionata com'è da tutto ciò che riguarda la Austen, decide di concedersi un viaggio in un resort a tema (chiamato Austenland appunto) al fine di realizzare il sogno della sua vita: vivere un'esperienza "alla Austen".
Fin qui nulla di spaventoso, anzi, l'idea di fondo è piuttosto carina...

lunedì 3 febbraio 2014

Miss Cover #3 - Scegli la cover di gennaio

Buongiorno a tutti miei cari lettori. Dovete scusarmi per la mia assenza della settimana scorsa ma son stati dei giorni davvero brutti per me, e per farla completa il tempo non è stato clemente dal momento che qui da me piove ininterrottamente da - chissà quanto, ho perso il conto dei giorni!
Tra l'altro sono pure in ritardo con la rubrica "Un tè con l'autrice"... proprio questa settimana non ce l'ho fatta a far nulla.
Comunque, oggi sono qui a postarvi il post riepilogativo per il primo mese di Miss Cover, ossia quel post nel quale dovete scegliere la cover che più vi è piaciuta nel mese di gennaio.
Dal momento che questa "rubrica" è nata quasi a metà del mese, le puntate finora sono state soltanto due, una alla settimana. Nella prima puntata (trovate il post con le relative copertine a questo link) la più votata è stata The lone stare romance collection, mentre nella seconda (trovate qui il post) entrambe - The ring & the crown e Suspicion - sono parimerito.
Quindi, in questo primo recap dell'anno dovrete scegliere la vostra copertina tra tre possibilità, che ora vi riporto qui sotto come promemoria:
A voi ora, VOTATE LA COVER DI GENNAIO!