AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

mercoledì 1 aprile 2015

Recensione: "Te lo dico sottovoce" di Lucrezia Scali

Buon pomeriggio ragazzi!
Sono in terra italiana da qualche giorno finalmente, e fa caldo.
Oggi vi lascio la recensione del libro d'esordio della nostra collega blogger Lucrezia Scali.
Di norma non leggo libri italiani auto-pubblicati, ma per stavolta ho voluto fare uno strappo dal momento che ne avevo sentito parlare molto e anche bene.
Peccato le previsioni non si siano rivelate tali.

Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Editore: Amazon
Pagine: 300
Prezzo: 0,99€ (ebook)
Data di uscita: Marzo 2015




Sinossi: Mia ha trent'anni, un pessimo trascorso con gli uomini e una madre che le organizza appuntamenti al buio. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma al mattino si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l'attività di pet therapy presso l'ospedale locale. Tuttavia nella vita di Mia sembra non esserci più spazio per l'amore. O, almeno, così pensava prima di conoscere Alberto, un affascinante medico, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia.
La freccia di Cupido riuscirà a colpire la persona giusta per guarire il cuore di Mia?



La mia recensione
★★★★
Come vi avevo già preannunciato sopra, di norma non leggo libri italiani auto-pubblicati se non proprio perchè mi attirano.
In questo caso ho fatto uno strappo alla regola: ho notato il potere che ha avuto sul popolo del web e ho voluto verificare di persona.
In sintesi, si è rivelata una buona lettura.
Non fosse stato per il ronzio del vociare dei passeggeri sui treni che mi hanno riportata in patria, avrei terminato questo libro già giorni fa. Invece la lettura si è protratta per più del previsto.

Per essere un'opera prima, è davvero ben strutturata. L'intreccio della storia è intrigante e non lascia trapelare molto riguardo i vari personaggi se non quando è volutamente ed esplicitamente messo nero su bianco dall'autrice.
Questo libro in primis è un'ode all'amore per gli animali: esso traspare da ogni pagina e in ogni momento in cui vengono descritte scese dove i protagonisti sono i nostri amici a quattro zampe.
L'affetto e la dolcezza con cui se ne parla è davvero invidiabile.
Oltre a questo c'è l'amore per i bambini - o almeno è quello che io ho percepito durante la lettura - e il dolore per quei bambini che devono sopportare malattie difficili e temibili.
Un'altra forma d'amore è l'amore con la A maiuscola, quello che ci colpisce grazie a Cupido e che ci fa soffrire se ne veniamo privati.
Da ultimo, ma non meno importante, l'amore tra un genitore e un figlio: a volte difficile, a volte facile, questo sentimento non svanisce mai nonostante le incomprensioni.

Varie forme di affetto racchiuse in una bella storia che ci fa capire quanto importanti sono i rapporti tra le persone e gli animali.
Io non ho mai avuto animali domestici quindi non lo posso capire, ma chi a differenza mia ha un cane qui troverà la conferma di ciò che prova.

Nonostante l'autrice si sia, con questo libro, per la prima volta esposta al mondo dei lettori, devo dire che ha fatto un lavoro di tutto rispetto.
A tratti i personaggi sembrano, anzi trasudano troppa italianità per il modo di comportarsi e parlare, ma è una cosa cui si può soprassedere.

Già dalle prime righe ho subito sentito che questo libro mi sarebbe piaciuto: la descrizione del luogo dove avviene la prima scena è come fosse uno scorcio su un'epoca passata, come se frammenti di "Un'ottima annata" si fossero fusi insieme a questa storia. E' stato il mio primo "momento preferito".
L'unica nota che stona un po' è la cover. Non capisco perchè rappresenti l'inverno quando all'interno del libro non ve ne è traccia.
Per terminare: leggerei volentieri di nuovo questo libro se solo non ne conoscessi già il finale.
Lo consiglio a tutti. Dopo averlo letto, vorrete anche voi adottare un cagnolino! 

Nota per l'autrice: Lucrezia, trova l'errore, stona con i colori della copertina del tuo libro. Oggi è l'1/04. Pesce d'Aprile! XD

Nessun commento:

Posta un commento