sabato 26 settembre 2015

Recensione: "La piccola mercante di sogni" di Maxence Fermine

Titolo: La piccola mercante di sogni (Il regno delle ombre #1)
Titolo originale: La Petite Marchande de rêves
Autore: Maxence Fermine
Editore: Bompiani
Pagine: 206
Prezzo: 12,00€
Data di uscita: novembre 2013


SinossiIl giorno del suo undicesimo compleanno, Malo cade nella Senna. Aspirato in una conduttura, quando riapre gli occhi si trova in un mondo in bianco e nero, illuminato dalla luce di una luna di diamanti.È entrato nel Regno delle Ombre, un luogo magico popolato di personaggi meravigliosi e fuori del comune: Arthur, un albero che non smette mai di starnutire; Mercator, un gatto di duecentotredici anni; Lili, la piccola mercante di sogni dagli occhi dorati che ruba le fantasie. Senza contare poi gli spettri inquietanti e un pericoloso alchimista che gli getta contro un terribile incantesimo. Per rompere il maleficio, Malo dovrà affrontare una sfida davvero ardua. E una notte...
Maxence Fermine, autore di "Neve", ha scritto questo racconto ispirandosi al sogno di una delle sue figlie. È una storia piena di poesia, di emozioni e di sorprese, che rapirà grandi e piccoli.

La mia recensione
★★★★
Ho scoperto questo piccolo gioiellino per puro caso, in occasione dell'uscita del libro La fata dei ghiacci sempre dello stesso autore. Informatami circa quel libro sono venuta a conoscenza di questa trilogia "fiabesca" per grandi e piccini. E ne sono rimasta davvero affascinata.

La storia di per sé non è molto complessa e ricca di eventi, ma la particolarità dei luoghi descritti e l'eleganza della narrazione la rendono quasi unica nel suo genere.
Il regno delle ombre, il mondo fantastico nel quale precipita il protagonista Malo dopo un incidente d'auto, ha un sapore vintage e d'altri tempi: tutto quello che lo circonda è in bianco e nero, il che mi ha fatto ripensare vagamente alla fiaba d'Halloween di Tim Burton, Nightmare before Christmas. Non so perchè abbia fatto questa associazione, forse per il fatto che nel regno immaginario di Malo la magia e le stranezze sono dappertutto: gli alberi infatti parlano e i gatti fumano, la neve è calda e i sogni fluttuano come fossero bolle colorate.

Il protagonista Malo sembra a tratti un ragazzino che pensa solo a sè, ma dopo l'incontro con Lili, la venditrice di sogni, e dopo aver scoperto il motivo della vendita delle scatole colorate che li racchiudono, ridimensiona un po' il suo lato egoistico.

Le vicende narrate si sviluppano tutte nell'arco di una sola notte, e - proprio per questo e per il fatto che varie volte viene esplicitato nel libro il fatto che "in giro non c'è nessuno" - si ha la strana sensazione di silenzio e pace. Anche il minimo rumore presente nella stanza nella quale stai leggendo sembra quasi che rischi di disturbare la quiete presente all'interno della storia.

Ho apprezzato molto questa breve storia; l'avventura che vive il protagonista Malo insieme alla sua nuova amica Lili è fine a sè stessa, anche se il finale lascia spazio comunque al seguito, già pubblicato sempre da Bompiani.
Consiglio a tutti di leggere questo libro: è una fiaba - come ho detto già prima - un po' vintage ma anche un po' gotica; semplice, dolce e raffinata.

7 commenti:

  1. Mia sorella l'ha letto e recensito. Anche lei attende di avere tra le mani l'ultimo capitolo.
    Per quanto mi riguarda, al momento, posso solo dire che trovo le cover stupende, già solo per quello la trilogia dovrebbe essere acquistata XD

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Sembra bellissimo, lo volevo leggere. Ma poi mi ha un po' frenato il confronto tra prezzo e pagine (lo so, è brutto da dire). Ho visto che hai in lettura un altro libro dello stesso autore con una copertina altrettanto stupenda. Secondo me queste edizioni sono dei piccoli capolavori...

    RispondiElimina
  4. La cover è bellissima...semplice, dolce e raffinata...mi ha fatto venire in mente La meccanica del cuore :-)

    RispondiElimina
  5. Di quest'autore io ho letto il delicato "Neve" e il melodioso "Il violino nero". Una scrittura poetica davvero affascinante.

    RispondiElimina
  6. Ciao, ho scoperto il tuo blog grazie al Blogtour che faremo insieme e appena apro il tuo angolino online, mi ritrovo questa cover stupenda ad incuriosirmi!!! Credo che lo metterò in Wl, il tuo blog è carinissimo!!! Complimeti!

    RispondiElimina
  7. Ciao eccomi da te :-) ma che carino questo libro...a parte che la cover è veramente stupenda e anche la trama non è niente male...fammi sapere poi anche della Fata dei Ghiacci...
    A presto

    RispondiElimina