AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

venerdì 30 dicembre 2016

Il mio 2016 in libri

Buon pomeriggio lettori!
Il 2016 volge al termine e come ogni anno è tempo di resoconti e di bilanci.
Non sono molto una patita di queste cose perchè ogni volta mi ritrovo a constatare che il numero di libri letti nell'anno appena passato è sempre minore a quello che mi ero prefissata.
Ma quest'anno posso dire di essere abbastanza soddisfatto, o almeno non delusa come l'anno scorso.
Perciò stilerò anche io una lista di libri belli e brutti, lunghi e corti che mi hanno accompagnato in questo 2016... e per far ciò mi avvarrò dell'aiuto di Goodreads (senza il quale sarei persa!).

Al termine del 2015 mi ero prefissata di leggere, per il 2016, 75 libri.
Ad ora, nonostante un libro cui terminerò la lettura in giornata, sono arrivata a quota 43.
Non è un numero elevato, ma è sempre migliore dell'anno scorso.
Tra libriccini piccoli piccoli e mattoni, le pagine che ho sfogliato son state più di 10700... meno male che non ho avuto un crampo alla mano! XD

Il libro più corto è stato un racconto, una novella di Mariapia Veladiano, autrice vicentina che ho scoperto con piacere quest'anno, dal titolo "Stelle". In questo caso non ho stilato una recensione... forse sarebbe stata più lunga della novella stessa!

Il libro più lungo invece è stato il primo della nuova serie Dark Artifices di Cassandra Clare, "Signora della mezzanotte" (qui la recensione).
Quest'anno, rispetto all'anno scorso, posso anche dire che mi è andata molto bene in fatto di qualità: il libri belli (o almeno, da me ritenuti belli, sono stati molti di più rispetto a quelli brutti).

Tra i brutti, a cui ho dato una stellina soltanto, spicca "La vegetariana" di Han Kang.
Purtroppo per me, ho letto molti bei pareri circa questo libro, ma per quanto mi riguarda questa lettura non mi ha portato nessuna gioia. Ma forse sono soltanto io che non l'ho capita.

Tra i libri belli invece, si aggiudicano il primo posto a parità di merito e bellezza "La trilogia dei colori" di Maxence Fermine, "Belgravia" di Julian Fellowes e "Dentro soffia il vento" di Francesca Diotallevi.
Questi tre libri (nonostante il primo sia diviso in altrettanti piccoli tre libriccini) sono i miei preferiti di quest'anno.
Spero che l'anno nuovi mi porti altrettante, se non maggiori letture così belle e coinvolgenti!
In quanto a numeri, spero di arrivare ai 100 titoli. L'impresa sarà ardua ma tenterò!
Dopotutto, chi ben comincia è a metà dell'opera.

Per voi invece com è stato questo anno appena trascorso? Fatemi sapere i vostri numeri!
Nel frattempo, vi faccio i miei più cari auguri di un buon e sereno 2017... e che siano tante gioie!

Nessun commento:

Posta un commento